Carlotta Fasser

Restauratrice dal 1992, diplomata presso il Centro di Formazione Professionale Enaip di Botticino con la Specializzazione Professionale di  Restauratrice di dipinti contemporanei, ho acquisito esperienza, capacità e professionalità nel restauro non solo di dipinti su tela antichi, moderni e contemporanei, ma anche di opere lignee policrome quali dipinti su tavola, sculture lignee, altaristica, cornici, manufatti decorativi dell’architettura (dipinti murali, intonaci storici, materiale lapideo) e oggettistica (mappamondi, suppellettili).

Dal 1994 al 2015 titolare dello Studio di restauro “Bonali & Fasser snc” di Brescia.

Dal 2009 al 2015 titolare della cattedra del corso di RESTAURO DEI DIPINTI SU SUPPORTO TESSILE – ABPR24 per il Corso di diploma accademico  quinquennale a ciclo unico in restauro presso l’Accademia SANTAGIULIA di Brescia.

Dal 2017 co-docente di laboratorio per il RESTAURO DI DIPNTI ANTICHI  all’interno del CORSO QUINQUENNALE a ciclo unico in CONSERVAZIONE e RESTAURO dei BENI CULTURALI presso la Fondazione Enaip-Lombardia – Scuola regionale per la Valorizzazione dei Beni Culturali di Botticino (BS).

Dal 2019 docente per il corso di RESTAURO DEI MANUFATTI IN MATERIALI SINTETICI LAVORATI, ASSEMBLATI E/O DIPINTI all’interno del corso Accademico di Restauro, a ciclo unico quinquennale,  per il profilo formativo PFP2, presso l’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI VERONA.

Collaboro con enti formativi per la qualifica di restauratore, promuovendo stages di formazione per gli studenti.

Costantemente aggiornata, frequento annualmente corsi di perfezionamento dedicati alle nuove tecniche e metodologie di restauro e partecipo a congressi e seminari dedicati alla conservazione dei Beni Culturali.

Svolgo incarichi professionali di direttore tecnico e operativo in qualità di restauratrice di Beni Culturali in possesso dei requisiti ai sensi dell’art. 182 del D. lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e ss.mm.ii con un’attività di restauro accreditata da 25 anni presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali rivolta al recupero e alla conservazione di:

  1. Materiali lapidei, musivi e derivati
  2. Superfici decorate dell’architettura
  3. Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile
  4. Manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee 
  5. Manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti

per  Enti Ecclesiastici, per Amministrazioni Pubbliche, Musei e Fondazioni locali nonché per collezionisti, antiquari e galleristi.